Home

Centro Uomini Autori di Violenza LA SVOLTA

In nostro progetto “La Svolta possibile dell’uomo autore di violenza – 2023” ha ricevuto il sostegno dei contributi  8×1000 di Chiesa Valdese e del Comune di Bergamo.

PER GIULIA, PER TUTTE

Fiaccolata contro la violenza maschile venerdì 24 novembre alle ore 18.00.

Ritrovo presso il piazzale della Stazione FS di Bergamo.

L’iniziativa è di carattere spontaneo, non ci sono sigle, e vuole radunare più persone possibile.

Contrastare la violenza contro le donne e quella di genere
DAL 13 OTTOBRE AL VIA LA TERZA EDIZIONE DELLA RASSEGNA CINEMATOGRAFICA D(I)RITTI AL CINEMA

IL PROGETTO “25 NOVEMBRE TUTTO L’ANNO”
Le reti interistituzionali antiviolenza, coinvolgendo una vasta gamma di partner locali, collaborano attivamente per garantire un supporto completo alle donne in situazioni di violenza e per prevenire ulteriori casi. La violenza contro le donne è un problema strutturale che affligge la società italiana, con statistiche allarmanti di una donna su tre che ha subito violenza, e la triste realtà di una donna uccisa ogni quattro giorni.
La convenzione di Istanbul sottolinea la necessità di interventi mirati in prevenzione, protezione, punizione e politiche integrate. La sfida di sconfiggere questa violenza non solo promette un futuro migliore per le donne, ma crea una società in cui ognuno trova il proprio posto nel rispetto reciproco.

La promozione di attività di sensibilizzazione continua è dunque essenziale per mantenere alta l’attenzione sul tema durante tutto l’anno, amplificando il richiamo alla consapevolezza pubblica dalla data simbolica del 25 novembre fino al suo anniversario l’anno successivo.

Inoltre, va sottolineato che la violenza di genere ha profonde radici storiche, con una lunga storia di disuguaglianza tra uomini e donne che si manifesta in relazioni di potere e dominanza all’interno delle mura domestiche. Questa realtà richiede un impegno continuo e coordinato tra istituzioni, centri antiviolenza e la società civile per affrontare le cause profonde e promuovere un cambiamento culturale duraturo.
L’azione culturale svolge un ruolo cruciale in questa lotta, coinvolgendo la popolazione di Bergamo nella discussione pubblica e nell’educazione sulla violenza di genere.

Mantenendo viva l’attenzione sul tema per tutto l’anno, dal 26 novembre al 24 novembre dell’anno successivo, è possibile sperare in un futuro in cui ognuno possa vivere senza paura e violenza, in un ambiente di rispetto reciproco e uguaglianza di genere.

Su questi presupposti è nata una collaborazione inedita tra diversi soggetti – L’Associazione Aiuto Donna – Uscire dalla Violenza Onlus, Coop Sirio, Associazione La Svolta, Coop Lombardia, il CSV Bergamo ETS – che hanno siglato una convenzione che si pone i seguenti obiettivi:

  • sviluppare per tutto il tempo di durata della convenzione azioni di sensibilizzazione nel territorio della provincia di Bergamo sul tema del contrasto della violenza di genere.
  • promuovere con azioni inclusive la collaborazione dei tanti soggetti che sul tema organizzano iniziative finalizzate a dare maggiore visibilità, continuità, pervasività al complesso di tali attività nell’ambito provinciale.
  • sostenere l’impegno dei centri antiviolenza/reti antiviolenza.
  • promuovere eventi ed azioni, in ambiti non presidiati abitualmente dalle strutture dedicate istituzionalmente ad occuparsi di questa emergenza.
  • sostenere le donne vittima di violenza nel loro percorso di riscatto anche con percorsi di socializzazione mirati, mediante l’attivazione, ove possibile, di tirocini socializzanti da effettuarsi presso negozi di Coop Lombardia della provincia di Bergamo.
  • favorire il cambiamento culturale legato agli stereotipi di genere e sul maschile, aprendo all’importanza del lavoro con gli uomini autori di violenza nel contrasto alla violenza maschile contro donne.

Nel 2023 è stato rinnovato il protocollo “Svolta” tra la Questura di Bergamo e l’associazione La Svolta, che focalizza l’attenzione sugli uomini maltrattanti e autori di violenza di genere e domestica, avviandoli, in seguito alla notifica di un ammonimento del Questore nei loro confronti, ad un percorso “socioeducativo” finalizzato ad interrompere i comportamenti violenti, ridurre la recidiva e aumentare la sicurezza di donne e minori.

Nel 2022 – ​Campagna di comunicazione sulla violenza contro le donne, rivolta agli uomini e promossa dal Centro Antiviolenza Aiuto Donna e dall’Associazione La Svolta – Spazio ascolto uomini maltrattanti.
E’ l’iniziativa che il Centro Antiviolenza Aiuto Donna e l’Associazione La Svolta – Spazio ascolto uomini maltrattanti di Bergamo lanciano per l’eliminazione della violenza di genere.
La campagna, realizzata in collaborazione con il Centro di ascolto per uomini “Senza violenza” di Bologna, prevede la diffusione capillare in città e provincia di locandine pensate per comunicare proprio con gli uomini, in particolare con coloro che esercitano forme di violenza all’interno delle proprie relazioni affettive.
“Non voglio che abbia paura di me”, “Insulti, umiliazioni, minacce. Voglio smettere”, “Le ho messo le mani addosso. Non voglio più farlo” sono alcune delle frasi della campagna, il cui claim è “C’è sempre un altro modo. Chiamaci!”.
Le locandine saranno distribuite e affisse in luoghi istituzionali come le reti territoriali antiviolenza, i servizi sociali, gli uffici pubblici, le biblioteche, i pronto soccorso, ma anche gli studi medici e pediatrici, le farmacie, gli istituti scolastici superiori, le associazioni, gli oratori, le palestre, i centri sportivi, le sedi dei sindacati, le aziende e gli esercizi pubblici.

Per sostenere l’attività svolta dall’associazione La Svolta visita Sostienici